ACQUA POTABILE  IN CASA – EVITA GLI SPRECHI

ACQUA POTABILE IN CASA – EVITA GLI SPRECHI


“L’acqua potabile è una risorsa naturale primaria destinata al consumo, che permette la sopravvivenza degli esseri viventi, e fondamentali attività umane”.

Fonte: Wikipedia

Questo è ciò che internet ci dice in merito al significato della parola acqua potabile ma, insomma, non abbiamo di certo bisogno di una definizione per sapere quanto sia di vitale importanza l’acqua, ancor più se potabile.

In questo articolo, vedremo diversi aspetti legati all’acqua e alle modalità con cui è possibile depurarla e renderla acqua potabile, destinata al consumo umano.

> COME DEPURARE L’ACQUA POTABILE DEL RUBINETTO

Tendenzialmente, quella che esce da nostri rubinetti è già acqua potabile.

Ma lasciaci spiegare meglio questo concetto.

L’acqua che utilizziamo nella nostra vita quotidiana proviene da diverse fonti, dalle quali viene raccolta, che possono essere: sorgenti, pozzi, invasi.

Quest’acqua appena raccolta, per essere resa potabile, viene addizionata con cloro e subisce vari trattamenti.

A questo punto, l’acqua potabile e trattata arriva nelle nostre case attraverso un percorso fatto di tubature, che spesso possono essere anche vecchie o presentare delle perdite.

Ed è proprio durante questo tragitto che l’acqua può portare con sé sostanze e particelle presenti all’interno delle tubature.

Quindi, come regolare la qualità dell’acqua che beviamo in casa?

Per fortuna, esistono diversi strumenti attraverso i quali è possibile depurare l’acqua potabile e renderla bevibile, utilizzabili direttamente in casa tua.

> MODELLI DI DEPURATORE D’ACQUA POTABILE

Vediamo adesso quali sono i differenti modelli di depuratore d’acqua che potresti scegliere di installare a casa tua.

> CARAFFE FILTRANTI

Il funzionamento delle caraffe filtranti è davvero semplice e, peraltro, non comporta neppure un eccessivo dispendio di denaro.

L’unica condizione da rispettare per utilizzare questo metodo di depurazione è che l’acqua sia potabile.

( Per assicurarvi che l’acqua del vostro impianto idrico sia effettivamente potabile, vi basterà contattare la ditta che gestisce l’impianto ).

Questo perché ciò che viene filtrato, con queste caraffe, è di natura chimica e non microbiologica; per intenderci, le maglie dei filtri non trattengono i batteri che, quindi, potrebbero permanere all’interno dell’acqua filtrata.

Ma come funzionano queste caraffe?

Si tratta di caraffe al cui interno è possibile versare direttamente l’acqua del rubinetto e che presentano delle cartucce ai carboni attivi che fungono da filtro eliminando cloro e altre particelle presenti nell’acqua.

Compito del filtro è quello di trattenere le sostanze chimiche e migliorare la qualità dell’acqua.

Filtri domestici per l’acqua: Decreto Ministeriale 25/2012

La legge italiana si è espressa anche riguardo alle caraffe filtranti, precisando che è necessario che queste presentino, in modo chiaro, le diverse capacità di filtrazione e quali sostanze sono in grado di trattenere, apportando un’etichetta sulla caraffa stessa.

I filtri si devono cambiare?

Certo!

E’ necessario sostituire i filtri della caraffa ogni tot di tempo (deve essere indicato sulla confezione), per far sì che la caraffa continui a svolgere il suo compito.

MIGLIORI CARAFFE FILTRANTI IN COMMERCIO

Se l’argomento caraffe filtranti ti interessa, qui sotto abbiamo selezionato le migliori presenti, al momento, in commercio.

> FILTRI A CARBONE ATTIVO

Questi filtri permettono di eliminare dall’acqua cloro e tutte quelle sostanze nocive che non la rendono potabile.

Solitamente, si installano direttamente sul rubinetto e, una volta saturi, vanno sostituiti.

Se ti interessa, qui trovi uno dei migliori sul mercato.

Inoltre, abbiamo anche dedicato un articolo a un nuovo, e a quanto dicono “rivoluzionario”, tipo di filtro interamente made in Italy.

Se sei curioso, lo trovi qui.

> DEPURATORE AD OSMOSI INVERSA

Il depuratore d’acqua ad osmosi inversa funziona tramite una membrana.

L’acqua passa attraverso questa membrana lasciando intrappolate, all’interno, particelle pesanti e tutte le altre sostanze nocive.

Questo permette di ottenere un’acqua leggera, ma spesso povera di sali minerali.

Per quanto riguarda il prezzo, queste apparecchiature possono sfiorare anche le migliaia di euro.

Tuttavia, online puoi trovare anche dei prezzi più bassi.

> ADDOLCITORI

Tra gli altri sistemi di depurazione dell’acqua, troviamo gli addolcitori, anche definiti come filtri a scambio ionico.

Scopo di un addolcitore è quello di abbassare la durezza dell’acqua.

Come funzionano gli addolcitori?

Sono dotati di particolari resine che trattengono i sali di calcio e magnesio e li sostituiscono con sali di sodio, che non sono incostranti.

Questo contribuisce a eliminare il fastidioso calcare che potrebbe accumularsi in elettrodomestici, come ad esempio, la lavastoviglie.

donna con lavastoviglie acqua potabile

L’unica accortezza che si deve tenere, per favorirne il funzionamento, è quello di utilizzare del sale da versare all’interno del serbatoio e da sostituire periodicamente.

Per quanto riguarda i prezzi, anche per gli addolcitori la spesa da fare è considerevole.

Tuttavia, è il prezzo da pagare se si vuole avere un’acqua migliore.

Ti lasciamo qui un esempio:

> ACQUA POTABILE: CONSIGLI

Per avere acqua potabile e che sia la migliore possibile, in termini di qualità, non basta solamente acquistare un depuratore d’acqua.

Si dovranno, infatti, adottare alcuni accorgimenti importanti per evitare la proliferazione di batteri.

Quindi, eccoti alcuni consigli utili:

  • è preferibile utilizzare sempre bottiglie in vetro, da conservare in frigorifero
  • è consigliabile consumare l’acqua filtrata in giornata
  • informarsi sempre su qual è la corretta manutenzione da seguire dopo l’acquisto di un depuratore d’acqua

Eccoci arrivati alla fine di questo articolo su come avere l’acqua potabile in casa ed evitare, in questo modo, sprechi inutili.

Se l’argomento ti ha incuriosito leggi anche:

A presto,

il team di BricoBottega