Rubinetto Che Perde – Riparazione Fai Da Te

Rubinetto Che Perde – Riparazione Fai Da Te

E’ da un po’ di tempo che il tintinnio di quel rubinetto che perde ti sta mandando fuori di testa?

Immagina: sei nel bel mezzo di una chiamata importante oppure stai semplicemente leggendo il tuo romanzo preferito ma ecco che la tua concentrazione viene interrotta di continuo.

Quel rubinetto che perde è proprio fastidioso.

Bene, allora è arrivato il momento di porre fine questa situazione e trovare una soluzione.

E’ per questa ragione che in questo articolo ti forniremo una guida rapida e veloce per imparare a riparare in autonomia un rubinetto che perde, senza dover necessariamente chiamare un idraulico.

Se ne hai abbastanza di quel tintinnio, prosegui nella lettura!

RUBINETTO CHE PERDE – CAUSE

Se non ti sei mai chiesto il perché, ad un certo punto, un rubinetto comincia a perdere, allora farai meglio a farlo.

Infatti, essere previdenti e dedicare dei momenti per la manutenzione ordinaria della casa, tiene lontano da riparazioni all’ultimo momento, come quella di un rubinetto che perde.

Tuttavia, stai tranquillo… c’è sempre un rimedio per tutto.

Tornando al punto, ossia quali possono essere le cause che portano all’usura di un rubinetto, potremmo dire che spesso il motivo principale risiede nella guarnizione, anche chiamata o-ring, nel miscelatore bi-comando o nella bocca del rubinetto.

Nel caso, invece, di un miscelatore mono-comando, in quel caso è probabile che debba essere sostituita la cartuccia.

Quindi, cosa succede nella pratica?

E’ molto comune che, dietro un rubinetto che perde, si celi un serraggio troppo forte e ripetuto nel tempo, che provoca una deformazione nella guarnizione.

Quando, poi, capita che un rubinetto venga chiuso con meno forza, la guarnizione della valvola non garantisce più la tenuta e questo provoca la perdita d’acqua.

RUBINETTO CHE PERDE – OCCORRENTE PER RIPARARLO

Per vestire i panni da idraulico e riparare quel fastidioso rubinetto che perde, avrai bisogno di:

Ok, adesso che sappiamo di cosa avremo bisogno, è il momento di mettere le mani in pasta…

…anzi, in acqua.

RIPARARE RUBINETTO CHE PERDE – I VARI PASSAGGI

Ci siamo, eccoci arrivati al nocciolo della questione.

Continua a leggere e segui i vari passaggi per sapere esattamente come riparare un rubinetto che perde.

1. CHIUDERE L’EROGAZIONE DELL’ACQUA

Il primo e importantissimo passaggio da eseguire è chiudere l’alimentazione dell’acqua.

Quello che dovrai fare sarà cercare la valvola di chiusura più vicina al lavello (del rubinetto che perde) che, solitamente, si trova sotto al sanitario.

Ruota la valvola in senso orario, in maniera tale da interrompere l’apporto d’acqua. Se dovessi incontrare qualche difficoltà, aiutati con una chiave inglese.

Una volta che avrai interrotto il flusso dell’acqua, apri il rubinetto, lascia scorrere quella rimanente all’interno delle tubature, e procedi con la riparazione.

Attenzione: una volta terminato il lavoro, ricordati di ristabilire la fornitura d’acqua ruotando la valvola in senso antiorario.

2. MISCELATORE MONOCOMANDO O BI-COMANDO?

Si parla di miscelatore mono-comando quando sussiste una sola leva che permette di far fuoriuscire sia l’acqua calda che quella fredda.

Per intenderci, il miscelatore mono-comando è questo qui sotto:

rubinetto che perde

In questo caso, se ci troviamo di fronte a un rubinetto che perde con un miscelatore mono-comando, quella che dovremo sostituire sarà la cartuccia e non le guarnizioni.

Ti faremo vedere come fare.

Al contrario, parliamo di miscelatore bi-comando quando i comandi per azionare l’acqua fredda e quella calda sono distinti e separati, come questo:

rubinetto che perde

In questo caso, dovremo andare a sostituire le guarnizioni.

CASO 1 – MISCELATORE MONO – COMANDO

Per riparare un rubinetto che perde dotato di miscelatore mono-comando, avremo bisogno di:

Per prima cosa, lo ripetiamo, bisognerà chiudere il rubinetto d’arresto e stoppare l’erogazione d’acqua.

Quindi, con il cacciavite a taglio sottile, togliamo il tappo (può essere un gommino o un piccolo tappo con l’indicazione caldo/freddo) che si trova sul davanti (o sul retro, dipende dal modello di miscelatore) della maniglia del rubinetto, mettendo in luce la vite sottostante.

Adesso, prendiamo la chiave a brugola e svitiamo la vite (la misura della chiave dovrà corrispondere con quella della vite), finché non riusciamo a staccare la maniglia.

A questo punto, rimuoviamo la ghiera dal rubinetto miscelatore e, successivamente, con la chiave a pappagallo svitiamo il dado di serraggio e rimuoviamolo.

Non resta che rimuovere la cartuccia che gocciola e sostituirla con quella nuova, inserendola negli appositi incastri.

Adesso, procediamo a rimontare il rubinetto, procedendo a reinserire il dado di serraggio e a fissarlo con la chiave a pappagallo, tenendo fermo il rubinetto in modo che non cambi posizione.

Quindi, riposizioniamo la ghiera e la maniglia, controllando che quest’ultima funzioni.

Poi, serriamo nuovamente la vite con la chiave a brugola e riposizioniamo il gommino di protezione sopra la vite.

Per finire, riapriamo l’acqua dal rubinetto d’arresto.

Ed ecco riparato il rubinetto che perde, nel cado di un miscelatore mono-comando.

CASO 2: MISCELATORE BI – COMANDO

Per ricapitolare, parliamo di miscelatore bi-comando quando i comandi per azionare l’acqua fredda e quella calda sono distinti e separati.

Vediamo, quindi, come riparare un rubinetto che perde con miscelatore bi – comando.

OCCORRENTE:

Per quanto riguarda la guarnizione nuova, dovrai prendere le misure di quella vecchia. Per fare questo, puoi aiutarti con un calibro a corsoio.

Se vuoi, per facilitarti in questo compito, a questo link trovi un kit di guarnizioni di misure diverse.

Prima cosa da fare, non ci stancheremo mai di ripeterlo, sarà chiudere l’erogazione dell’acqua ruotando la valvola del rubinetto di arresto.

Quello che dovremo fare, adesso, sarà rimuovere le due borchie presenti sulle manopole dell’acqua fredda e dell’acqua calda (rispettivamente di colore blu e rosso), aiutandoci con un cacciavite a taglio sottile.

A questo punto, dovremo svitare la vite di bloccaggio della manopola e rimuovere quest’ultima.

Quindi, aiutandoci con una chiave inglese, procediamo a svitare il corpo del rubinetto e a sfilarlo.

Adesso, prendiamo una pinza e rimuoviamo il dado di serraggio della guarnizione e rimuoviamo la guarnizione usurata.

Procediamo, dunque, inserendo la nuova guarnizione sul corpo del rubinetto e riavvitiamo il dado di serraggio della gurnizione.

A questo punto, reinseriamo il corpo del rubinetto all’interno della propria sede e riavvitiamolo.

Concludiamo, dunque, riposizionando la manopola e riavvitando la vite di bloccaggio e, per finire, reinseriamo la borchia.

Ed ecco, anche qui, che abbiamo riparato il rubinetto che perde.

RUBINETTO CHE PERDE – CONCLUSIONI

Eccoci arrivati alla fine di questo articolo su come riparare un rubinetto che perde.

Hai visto quanto è facile? Basta solo un po’ di manualità.

Noi ci risentiamo al prossimo articolo,

il Team di Brico Bottega.

Lascia un commento